News VERDI
Ricordi di viaggio

Come ti pianto il bulbo

Un regalo molto gradito al ritorno di qualche viaggio sono i bulbi di piante tipiche.
I bulbi però devono essere piantati il più presto possibile dopo l’acquisto; se questo non è possibile, bisogna cercare di proteggerli con un leggero strato di torba appena umida. Una volta arrivati a destinazione, è necessario preparare il terreno: deve essere fresco, non deve aver ospitato altre bulbose da diversi anni e per favorire il buon drenaggio eventualmente si può aggiungere sabbia grossolana o ghiaia fine, oltre a un buon fertilizzante minerale che aiuta la germogliazione.
Per la messa a dimora bisogna scavare una buca larga circa due volte il diametro del bulbo, mentre la profondità è diversa a seconda
della varietà, ed è solitamente indicata nelle confezioni.
Poiché la buca deve avere una forma regolare, con fondo piatto e pareti verticali, può essere utile il piantabulbi. Va quindi collocato con le sporgenze – dette anche gli “occhi” – verso l’alto, esercitando una leggera pressione, in modo che non rimanga aria tra la base del bulbo e il terreno.
Attenzione! Per alcune specie, quelle con tuberi o bulbo-tuberi (cormi), può essere difficile identificare la parte superiore. Si riempie quindi la buca col terriccio, si comprime un poco e si annaffia senza esagerare.
In giardino, per ricordare dove sono stati piantati finchè non germogliano, si può segnare il terreno con bastoncini.
Leggi le altre news...




home | chi siamo | newsletter | news | contatti | credits | privacy              Ciavattini © | All right reserved | Tutti i diritti riservati | reserved                 seguici su facebookfacebook